Parlamento Europeo

Il Parlamento europeo riscrive la storia

articoli
Il Parlamento europeo ha approvato nei giorni scorsi una risoluzione nella quale “si riconosce l’Holodomor come genocidio”. Il termine Holodomor è stato inventato per definire la terribile carestia che ha…

Non c’è due senza tre

editoriali
Sono diventate tre le donne al vertice della politica e della finanza europee. Dopo Ursula von der Leyen, Presidente della Commisssione UE, e Christine Lagarde, Presidente della Banca Centrale Europea…

La ragione artificiale di un sistema irrazionale

articoli
Analizziamo un ulteriore passaggio nel tentativo delle istituzioni europee di governare le tecnologie del digitale, dell’Intelligenza Artificiale in particolare. Purtroppo il dispositivo digitale globale costruisce una rappresentazione universale astratta del…

PAC da scartare

articoli
Il Parlamento Europeo ha approvato con una maggioranza trasversale – formata da Partito Popolare, Socialdemocratici e Liberali (‘Renew Europe’) la riforma della Politica Agricola Comune (PAC) nella seduta straordinaria, tenutasi…

L’importanza della memoria

articoli
di Cosimo Fiori – La risoluzione del Parlamento europeo “sull’importanza della memoria”, ossia sul definitivo sdoganamento dell’equiparazione nazismo-comunismo, è stata votata compattamente, al di là di alcune scelte individuali, dai Popolari,…
Climate Change: un cartello nel deserto

Climate Change

articoli

Il Consiglio Europeo ha adottato le conclusioni sul cambiamento climatico in vista di COP24 a Katowice (Polonia) in dicembre: “The Council today adopted conclusions on climate change which emphasise the unprecedented urgency which is needed to step up global efforts to avoid the dangerous effects of climate change. Climate change is happening and its effects are being felt all over the world. Environment ministers are sending a strong political signal in these conclusions, which constitute the basis for the EU’s position at the forthcoming COP24 climate conference in Katowice, Poland, in December…

Una bruttissima vecchia storia: casacca di deportato

Una bruttissima vecchia storia

focus

di Roberto Musacchio- Il neo ministro degli interni Salvini è stato a lungo Parlamentare europeo. Colgo l’occasione delle sue “esternazioni sui Rom” che giustamente tanto sdegno hanno provocato per ricordare altri momenti in cui altri “protagonisti” si sono manifestati su questo terreno e hanno trovato, per fortuna, una risposta dal Parlamento Europeo…