FIRMA L'INIZIATIVA DEI CITTADINI EUROPEI

Vent’anni dopo Genova hanno vinto i “no global”?

di Franco
Ferrari
Gli eventi di Genova del 2001 erano inseriti in un contesto di relativa ripresa di movimenti di contestazione dell’assetto capitalistico mondiale (“anti-sistemici”) così come si era andato imponendo dopo il crollo dell’Unione Sovietica. Un primo segnale di reazione dal basso si era registrato con l’irruzione, del tutto sorprendente, del movimento zapatista in Chiapas, emerso dalla selva per contestare il trattato di libero scambio tra Messico e Stati Uniti. Il movimento ebbe un salto di qualità con l’assedio alla riunione dell’Organizzazione Mondiale del Commercio, la cui riunione doveva tenersi a Seattle ma che di fatto saltò per effetto della mobilitazione di…

Siamo “come” mangiamo

In questi giorni a Roma si tiene un pre-summit sulla alimentazione, per impostare le decisioni per il sistema della agricoltura mondiale. All’incontro ufficiale invece che le sole istituzioni politiche, che rappresentano più o meno democraticamente, gli interessi generali, siedono al tavolo delle decisioni i rappresentanti delle maggiori agroindustrie. Fuori organizzazioni contadine e di consumatori tengono un contro summit. A loro dedichiamo le immagini raccolte. Pitture che hanno segnato il legame culturale tra l’umanità e la terra, Monet, Fattori, Millet e tanti altri che meglio di qualsiasi parola colgono una chiave di lettura universale.

articoli

La sinistra che combatte

di Roberto
Musacchio
Lula Ignacio da Silva nasce povero 75 anni fa. Emigra per mangiare e il diritto a non avere fame è una costante della sua battaglia, da sindacalista, da politico e…

L’antropizzazione infinita di un mondo finito

di Roberto
Rosso
.Da quasi due anni le conseguenze dello sviluppo della pandemia si dispiegano sotto i nostri occhi hanno cambiato le nostre esistenze, hanno imposto svolte spettacolari nelle politiche degli stati in…

L’Europa sta a guardare la crisi tunisina

di Stefano
Galieni
Quanto sta accadendo in questi giorni in Tunisia rischia di mettere radicalmente a repentaglio le strategie UE e italiane in particolare nei riguardi del Paese, non solo con riferimento alla…

I giovani dopo Genova: ignorati e sorvegliati

di Francesca
Lacaita
Il “movimento dei movimenti” che animò le giornate di Genova vent’anni fa è stato innanzitutto un movimento di giovani. I meno giovani ovviamente c’erano anche loro, ma ad apparire erano…

La pandemia americana da oppioidi

di Alessandro
Scassellati
Negli Stati Uniti non c’è solo la pandemia da CoVid-19 (che ha causato oltre 610 mila morti), ma anche la pandemia da oppioidi1, non meno letale (quasi 800 mila morti…

Il dopo Brexit è un caos economico e occupazionale

di Enrico
Sartor
La situazione economica ed occupazionale del Regno Unito dopo la Brexit è scesa in quel caos che era stato previsto da diverse parti, anche dalla destra padronale. Interi settori dell’economia…

Aderisci al comitato “Europa a Sinistra!”

E’ nato il comitato “Europa a Sinistra!” per una campagna di adesioni individuali al Partito della Sinistra Europea in Italia. Iscrivendoti ad “Europa a Sinistra!”, oltre a supportare la campagna di adesioni nelle forme che verranno decise insieme, deleghi il comitato ad iscriverti al Partito della Sinistra Europea.
Perché questo si trasformi con il tempo da coordinamento di partiti nazionali ad un vero partito europeo transnazionale. Per contribuire alla costruzione di uno spazio pubblico europeo.

Iscriviamoci in tante e tanti!

Il modulo per l’iscrizione è raggiungibile da qui: https://www.europeleft.it/modulo-di-adesione/

notizie dal Parlamento Europeo
focus

Non in nostro nome

Dal 25 al 28 luglio, a Roma e online, più di 300 gruppi e movimenti della società civile, accademici e popoli indigeni, tra cui La Via Campesina, organizzano un contro-Vertice…

Il Sahel sarà l’Afghanistan dell’Europa? – Parte prima

di Alessandro
Scassellati
Su pressione della Francia, diversi Paesi europei (compresa l’Italia) hanno deciso di inviare soldati delle forze speciali in Sahel nell’ambito dell’Operazione Takuba per combattere una sempre più vasta insurrezione jihadista,…

Il Sahel sarà l’Afghanistan dell’Europa? – Parte Seconda

di Alessandro
Scassellati
Su pressione della Francia, diversi Paesi europei (compresa l’Italia) hanno deciso di inviare soldati delle forze speciali in Sahel nell’ambito dell’Operazione Takuba per combattere una sempre più vasta insurrezione jihadista,…
la nostra rete

Droghe, la ministra Dadone nega gli effetti sul carcere

di Stefano
Vecchio
La Relazione al Parlamento 2021 sullo stato delle tossicodipendenze firmata dalla Ministra Dadone, dedica, opportunamente, molto spazio all’analisi degli effetti delle restrizioni, connesse alla pandemia, sulle diverse componenti del fenomeno.…

Una nuova alleanza internazionale

Riportiamo un post di Manon Aubry comparso recentemente su fb con il titolo “UNA NUOVA ALLEANZA INTERNAZIONALE PER RISPONDERE ALLA DOPPIA CRISI DEL CLIMA E DELLE INEGUAGLIANZE” – Allagamenti omicidi…
Menu