notizie dal Parlamento Europeo

Recesso della Turchia dalla Convenzione di Istanbul

Il 25 marzo 2021, il Parlamento ha dedicato una discussione in aula alla decisione della Turchia1 di recedere dalla Convenzione di Istanbul (2011) sulla prevenzione e lotta alla violenza contro le donne e la violenza domestica. Si era già parlato dei rapporti UE-Turchia nel dibattito del giorno prima in preparazione del Consiglio Europeo, che si riuniva lo stesso giorno e aveva all’ordine del giorno anche i rapporti UE-Turchia, cui, la Dichiarazione finale ha dedicato un ampio paragrafo.
La maggior parte degli interventi, a cominciare da quelli dei rappresentanti del Consiglio e della Commissione, hanno espresso rincrescimento e disappunto per la decisione del Governo turco, ma, per quanto riguarda le proposte, nessuno è andato oltre l’invito alla Commissione di manifestare fermezza nei confronti del Governo di Ankara.
Per le destre (Identità e Democrazia e Conservatori e Riformisti Europei), invece, è stata l’occasione per vituperare la Convenzione e chiedere di far decadere la Turchia dallo status di candidato all’ingresso nell’Unione Europea.

  1. Vedi anche: Turchia: Cronaca di un abbandono annunciato; e Ritorno al passato.[]
A sarà düra!
Territori e reti sociali, politica e amministrazioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu