articoli

Ursula von der Leyen: il discorso a Davos

di Paola
Boffo

La Presidente della Commissione europea von der Leyen è intervenuta al World Economic Forum di Davos e ha rilanciato la cooperazione internazionale, invitando il neo presidente Biden a collaborare, nel contesto del multilateralismo già promosso dal presidente cinese Xi Jinping nel suo discorso inaugurale di lunedì scorso.

Ha invitato ad una maggiore collaborazione sul digitale, invitando a operare per perseguire i crimini online e per contenere lo strapotere delle compagnie private.  Ha richiesto una maggiore collaborazione pubblico-privato per la ricerca e la produzione dei vaccini.

Di seguito la traduzione del comunicato stampa della Commissione e il link al discorso integrale.

Nuove alleanze per nuove soluzioni: il presidente von der Leyen alla Davos Agenda Week 2021

La presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen ha pronunciato un discorso speciale alla Davos Agenda Week 2021, lo scorso 25 gennaio, durante una sessione sullo “Stato del mondo”. Ha esortato che “dobbiamo imparare da questa crisi”. Ha sottolineato: “Abbiamo parlato molto dei legami tra perdita di biodiversità e COVID. Ora dobbiamo passare all’azione. Proteggeremo almeno il 30% della terra e del mare qui in Europa. Siamo pronti a mediare la stessa ambizione a livello globale, al prossimo Summit delle Nazioni Unite sulla biodiversità a Kunming. Dovrà essere come la COP21 per il clima. Perché abbiamo bisogno di un accordo in linea con quello di Parigi per la biodiversità”. Parlando della digitalizzazione e dell’assalto al Campidoglio degli Stati Uniti, la presidente von der Leyen ha dichiarato: “Dobbiamo affrontare i lati più oscuri del mondo digitale. Dobbiamo coltivare la nostra democrazia ogni giorno e difendere le nostre istituzioni dal potere corrosivo dell’incitamento all’odio, della disinformazione, delle notizie false e dell’incitamento alla violenza”. Sul modello di business delle piattaforme online, il Presidente ha affermato: “Ha un impatto non solo sulla concorrenza libera e leale, ma anche sulle nostre democrazie, sulla nostra sicurezza e sulla qualità delle nostre informazioni. Dobbiamo contenere questo immenso potere delle grandi aziende digitali. Vogliamo che sia stabilito chiaramente che le società di Internet si assumano la responsabilità del modo in cui diffondono, promuovono e rimuovono i contenuti “. Parlando ai partecipanti di tutto il mondo, Ursula von der Leyen ha ricordato l’ottimo risultato di riuscire a produrre il primo vaccino COVID-19 in pochi mesi. Ora, ha detto, è tempo di adempiere: “L’Europa ha investito miliardi per aiutare a sviluppare i primi vaccini COVID-19 al mondo. Per creare un bene comune veramente globale. E ora, le aziende devono adempiere. Devono onorare i loro obblighi. Questo è il motivo per cui istituiremo un meccanismo di trasparenza delle esportazioni di vaccini. L’Europa è determinata a contribuire.” Il Presidente ha in particolare chiesto nuove alleanze tra partner pubblici e privati per affrontare le numerose sfide globali che dobbiamo affrontare: “È solo lavorando insieme – oltre i confini e tra i settori – che possiamo affrontare le nostre sfide globali. Nessuna azienda privata o autorità pubblica può farlo da sola. Abbiamo bisogno di questo nuovo approccio pubblico-privato per rilevare prima, sviluppare insieme e produrre più velocemente su larga scala. Questo non è vero solo per le pandemie o la salute. È vero per tutte le principali sfide sociali. Nuove alleanze per nuove soluzioni. Questo è ciò per cui lavoreremo.”

Il discorso integrale è disponibile online in inglese e lo sarà presto in francese e in tedesco. Si può anche guardare qui.

,
La strategia divisiva di Johnson
Neve nel deserto delle primavere arabe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu