No agli esercizi di guerra della NATO

MOZIONE APPROVATA ALL’ESECUTIVO DEL PARTITO DELLA SINISTRA EUROPEA

No agli esercizi di guerra della NATO – Sì alla pace, alla politica di distensione, al disarmo

Il Partito della Sinistra europea si oppone attivamente all’attività militare statunitense Defender 2020, nonché a tutte le azioni di supporto della NATO e degli Stati membri dell’Unione Europea. È necessaria un’ampia resistenza! Insieme al movimento per la pace dobbiamo prendere una posizione contro la politica degli Stati Uniti e dei loro alleati. Ove possibile, dobbiamo disturbare o prevenire eventuali manovre.

Defender 2020 è l’opposto della politica pacifica. È un pericoloso gesto minaccioso del governo degli Stati Uniti che costa 100 milioni di euro, mette in pericolo la sicurezza in Europa e causa gravi interruzioni nel traffico ferroviario e gravi danni al clima e all’ambiente. Il carburante necessario per il movimento di navi, cisterne e camion da solo porterà a un marcato aumento delle emissioni di carbonio e delle particelle fini.

In tutto il continente le persone manifestano contro la distruzione dell’ambiente che minaccia la vita e per  il contenimento dei cambiamenti climatici. Mentre i giovani rivendicano il loro futuro, i militari – i più grandi distruttori dell’ambiente e del clima – praticano i loro rituali imprevisti. La prevenzione di questa manovra di grandi dimensioni sarebbe un primo piccolo passo nella giusta direzione.

La portata della manovra e la posizione lungo il confine occidentale russo sono una provocazione per la Russia. La manovra comporta il pericolo di un possibile scontro diretto tra unità militari della NATO e quelle  della Russia.

Questa manovra è un ulteriore aggravamento delle politiche conflittuali della NATO e dell’UE nei confronti della Russia, iniziate con l’allargamento orientale della NATO nel 1990 e con l’accerchiamento della Russia. Invece dovrebbe essere all’ordine del giorno una politica di distensione e relazioni di cooperazione amichevoli con la Russia, come è stata formulata nella Carta di Parigi nel 1990 da tutti gli stati europei tra cui Russia, Stati Uniti e Canada: “L’era del confronto e della divisione dell’Europa è finita. Dichiariamo che d’ora in poi le nostre relazioni saranno fondate sul rispetto e sulla cooperazione “.

Mentre grandi ricchezze sarebbero necessarie in Germania, Europa e nel mondo per risolvere i problemi reali dell’umanità, tutti gli stati della NATO lavorano per aumentare le spese militari del 2% del PIL. Le attrezzature militari divorano mezzi e risorse e sono dolorosamente negative ai fini sociali, ecologici e infrastrutturali.

Molti governi europei sostengono questa politica invece di cercare soluzioni ai conflitti civili. Loro e aumentano sempre più le spese militari e le esportazioni di armi. Le sofferenze indicibili sono causate a livello globale da sistemi di armi che sono ora testati per essere idonei al servizio nel quadro dell’esercizio statunitense Defender 2020 e della manovra NATO adiacente.

Il Partito della Sinistra Europea è parte del movimento pacifista e sostiene le sue attività. Particolare attenzione è rivolta alle marce di Pasqua ricorrenti per il 60°anno. Esse non hanno perso nulla della loro necessità.

Prendiamo posizione per questi obiettivi e diciamo decisamente: No alla manovra di guerra della NATO Defender 2020!

Chiediamo:

– una politica di distensione e risoluzione dei conflitti politici invece dello scontro militare,

– cooperazione con la Russia in una casa comune d’Europa,

– disarmo coerente.

Ci rivolgiamo a tutti coloro che hanno a cuore la pace! Scendi in strada con noi, protesta dove lavori e vivi! La pace ha bisogno di questo movimento.

Informazioni di base

Gli Stati Uniti e la NATO hanno iniziato una delle più grandi manovre delle forze di terra in Europa dalla fine della Guerra Fredda – Defender 2020. Questo esercizio militare dovrebbe durare fino a maggio o addirittura giugno 2020.

Complessivamente 37000 soldati provenienti da 16 stati della NATO, nonché Finlandia e Georgia, avvieranno una nuova dimensione dell’attività militare. Fino a 20000 unità degli Stati Uniti d’America con l’equipaggiamento pesante corrispondente attraversano prima l’Atlantico e poi vengono trasferite attraverso l’Europa ai confini della Russia. L’obiettivo della manovra è la dimostrazione della superiorità militare e di una capacità di trasferimento molto rapido di grandi unità dagli Stati Uniti al fianco orientale della NATO.

La Germania diventa il fulcro dei trasferimenti con il suo nuovo Joint Support e Enable Command NATO a Ulm, i porti di trasbordo ad Amburgo, Bremerhaven e Nordenham, nonché i Centri di supporto convoglio a Garlstedt, Burg e l’area di addestramento militare sassone Oberlausitz.

Il comando americano Europa a Wiesbaden è responsabile delle operazioni di trasporto e manovra. Sarà guidato dall’EUCOM di Stoccarda. Il trasferimento di dati e il trasporto aereo aggiuntivo saranno gestiti dalla base aerea statunitense Ramstein. Allo stesso tempo ci saranno addestramenti militari a Grafenwöhr e Hofenfels. Il trasferimento di attrezzature inciderà pesantemente sul traffico stradale e ferroviario. La Bundeswehr tedesca ha concordato la priorità del traffico per tutti i trasferimenti militari con la compagnia ferroviaria tedesca Deutsche Bahn.

Proposta

Al fine di diffondere le informazioni su Defender 2020 e le sue conseguenze, la sinistra europea pubblica congiuntamente un giornale contro la manovra di guerra NATO Defender Europa 2020.Sarà pubblicato online e offline, dovrebbe essere pronto entro la fine di marzo 2020.Per finanziarlo, verrà utilizzato il resto del denaro stanziato dal Partito della  Sinistra europea per le proteste anti-NATO.

,
Lettera aperta a Valentina Cuppi Presidente del PD
Intervista a Loredana Marino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserire un indirizzo email valido.

Menu