Ricorrenze della prossima settimana scelte da Stefano Marchesi

30 giugno

Auguri alla compagna Patrizia Sentinelli, già deputata di Rifondazione Comunista e viceministra agli affari esteri, per il suo compleanno.

29 giugno 2014

Viene proclamata unilateralmente la nascita dell’ISIS, Islamic State of Iraq and Syria.

28 giugno 1914

Il nazionalista serbo-bosniaco Gavrilo Princip uccide a Sarajevo l’erede al trono dell’impero, l’arciduca Francesco Ferdinando, e sua moglie Sofia. L’attentato fu preso a pretesto da Francesco Giuseppe per dichiarare guerra alla Serbia. Era l’inizio della prima guerra mondiale.

27 giugno 1924

123 deputati d’opposizione (appartenenti a Partito Popolare ItalianoPartito Socialista UnitarioPartito Socialista ItalianoPartito Comunista d’Italia, Opposizione Costituzionale, Partito Democratico Sociale ItalianoPartito Repubblicano Italiano e Partito Sardo d’Azione) decidono comunemente di abbandonare i lavori parlamentari finché il governo non avesse chiarito la propria posizione a proposito della scomparsa di Giacomo Matteotti. La protesta non ebbe successo e, dopo due anni, il 9 novembre 1926 la Camera dei deputati deliberò la decadenza dei 123 deputati aventiniani.

Tutte le ricorrenze in ordine di giorno e mese

1° gennaio 1994

Nel Chiapas, la regione messicana al confine con il Guatemala, in concomitanza con l’entrata in vigore del NAFTA (North American Free Trade Agreement), con l’occupazione di cinque municipalità e la lettura, da parte del subcomandante Marcos della “prima dichiarazione della Selva Lacandona”, ha inizio la rivolta indigena zapatista.

1º gennaio 2002

inizia in Italia e negli altri undici Paesi dell’Unione che per primi avevano adottato la nuova valuta la circolazione dell’euro (€).

3 gennaio 1912

nasce a Benilloba (oggi nella Comunità Autonoma Valenciana) Federico Borrell García, il miliziano antifascista che, secondo alcune fonti, compare nella famosissima e contestata foto di Robert Capa che ritrae (o ritrarrebbe) un miliziano nel momento di cadere in combattimento.

4 gennaio 1903

nasce Georg Elser, l’operaio che l’8 novembre 1939 tenterà di uccidere con una bomba Adol Hitler. Ma il dittatore se ne andò imprevedibilmente sette minuti prima dell’esplosione. Arrestato, Elser rimase nelle mani dei nazisti fino al 9 aprile 1945, quando fu fucilato a Dachau appena qualche settimana prima che la guerra fosse terminata.

5 gennaio 2023

compirebbe 75 anni Peppino Impastato.

6 gennaio 1913

al termine di un comizio indetto a Roccagorga (oggi in provincia di Latina) dalla “Società Agricola Savoia” per protestare contro le condizioni in cui era tenuta la popolazione più povera si verificarono gravissimi incidenti durante i quali le forze dell’ordine, per impedire l’occupazione del municipio, aprirono il fuoco sulla folla lasciando sul terreno 7 morti e numerosi feriti. Il giorno successivo Mussolini pubblicò un articolo furente dal titolo “Assassinio di Stato”. Ne seguirono altri con titolazioni sempre più dure a tutta pagina: “La politica della strage”, chiamando Giolitti “ministro omicidiario”. Finì per questo sotto processo.

10 gennaio

compirebbe 100 anni il leggendario comandante partigiano faentino Silvio Corbari, che, al capo della banda che da lui prendeva il nome e a dispetto dell’esiguità delle forze, tenne in scacco per mesi i nazifascisti, venendo arrestato solo per una delazione e impiccato il 18 agosto 1944.

11 gennaio 1948

L’11 gennaio 1948, una domenica, 54 italiani rimasti in Somalia anche dopo la fine dell’occupazione e 14 somali che li sostenevano erano uccisi a Mogadiscio dopo una manifestazione della Lega dei Giovani Somali e le loro case erano saccheggiate e devastate. Secondo quanto rivelato molti anni dopo a Claudio Pacifico, consigliere italiano in Somalia fino al 1991, gli autori della strage sarebbero stati militari e civili fatti affluire dalle vicine colonie appositamente dal Comando Inglese.

14 gennaio 1968

Alle ore 13:28 locali del 14 gennaio 1968 una prima scossa annunciava l’inizio del terremoto del Belice. Seguirono altre 20 forti scosse, la peggiore delle quali alle 03:01 del 15 gennaio. Si registrarono 231-370 morti (10 fra i soccorritori), 1.000 feriti e 90.000 sfollati e l’inizio dell’infinita odissea della ricostruzione.