più salario, più diritti
firma l’appello europeo

L’appello con le firme raccolte sarà consegnato da transform!italia ai Presidenti di Commissione Europea, Consiglio Europeo, Parlamento Europeo 

Ai Presidenti di Commissione Europea, Consiglio Europeo, Parlamento Europeo.

L’Unione europea, ai suoi vari livelli istituzionali, sta finalmente discutendo di due direttive importanti sui temi fondamentali dei diritti al lavoro e a un salario dignitoso. E’ urgente che il salario assicuri un livello di vita adeguato e che si smetta di fare finta che i lavoratori delle piattaforme siano autonomi e privi di diritti collettivi.

Noi sottoscritti avanziamo due richieste da realizzare in modo deciso e in tempi rapidi:

  1. Un salario minimo e giusto,
  2. Il riconoscimento dei diritti di lavoratrici e lavoratori delle piattaforme.

Chiediamo che sulle direttive in merito a queste assolute priorità si faccia sul serio, che non siano mere raccomandazioni buoniste agli Stati e che non finiscano impantanate da meccanismi decisionali efficaci solo quando fanno gli interessi dei poteri forti. Per questo vogliamo

  • che siano vere leggi europee,
  • che aumentino davvero la quota di ricchezza prodotta destinata ai salari, promuovendo anche un loro avvicinamento verso l’alto,
  • che questo avvenga sulla base di livelli indicati e contrattati a livello nazionale e europeo.
  • che per le piattaforme si preveda una norma/contratto quadro europeo su inquadramento, salari, contrattazione, uso degli algoritmi.

La nuova Europa deve essere più giusta e per questo risultato è indispensabile un radicale miglioramento delle condizioni delle lavoratrici e dei lavoratori.

Menu