focus
Indivisibili: la manifestazione a Berlino

#indivisibili

di Redazione
transform!italia

Redazione – Riportiamo qui il testo con cui si convoca una manifestazione contro il Governo e le politiche razziste e liberiste che continuano ad essere messe in atto.

La manifestazione è in continuità con quella che ha portato in piazza a Berlino 250.000 persone e di quella manifestazione riprende l’hashtag #indivisibili

Uniti e solidali contro il governo, il razzismo e il decreto Salvini

FINALMENTE, il 14 ottobre a Roma, nell’ultima Assemblea Nazionale Antirazzista è emersa con voce unitaria e inclusiva la volontà di chiamare la mobilitazione popolare contro il governo Lega-M5S, che si esprime attraverso leggi razziali e oscurantiste quali il “decreto Salvini e il ddl Pillon”, nonché contro il “modello Riace” di accoglienza fatto oggetto di ritorsioni e repressione a partire dal sindaco Mimmo Lucano, governo che persegue l’esclusione sociale, le grandi opere e il mantenimento dei disastri liberisti di Renzi, quali “la buona scuola, il Jobs Act, lo sblocca Italia,…”.
Dall’Assemblea del 14 ottobre parte l’appello rivolto all’insieme delle realtà sociali, ambientali, sindacali, politiche e culturali, a tutta la cittadinanza, per dar vita ad una grande manifestazione nazionale il 10 novembre a Roma che segni lo spartiacque tra la politica fatta di uguaglianza e solidarietà e quella improntata all’odio e all’esclusione.
Questa è l’ora delle grandi occasioni da non perdere. In ogni borgo, paese, città, campagna, fabbrica, ufficio, scuola, impegniamoci al massimo nella preparazione di questo evento tale da portare a Roma il 10 novembre centinaia di migliaia di persone, coscienti di essere protagoniste di un “vero cambiamento” che non può più attendere pena la barbarie.

Roma 10 novembre, manifestazione nazionale “Uniti e solidali contro il governo, il razzismo e il decreto Salvini”
Dall’assemblea del 14 ottobre l’appello a dare vita ad una grande mobilitazione aperta e plurale

L’assemblea che si è svolta domenica 14 ottobre a Roma, dopo un’intensa discussione che ha fatto emergere l’urgenza di una presa di parola collettiva contro la deriva razzista e fascista del paese, ha deciso di lanciare una sfida al governo cogliendo il tempo della conversione in legge del Decreto Salvini su immigrazione e sicurezza, considerato un preoccupante attacco generalizzato ai diritti e alle libertà di tutti e tutte. Di seguito i punti della piattaforma approvata e l’appello a tutte le realtà sociali e politiche, ai cittadine e alle cittadine di aderire e partecipare. Nei prossimi giorni verranno definiti orari e percorso della manifestazione.
È il momento di reagire, mobilitarsi e unirsi contro gli attacchi del governo, a cui Minniti ha aperto la strada, contro l’escalation razzista e il decreto Salvini che attacca la libertà di tutte e tutti.

Uniti e solidali contro il governo, il razzismo e il decreto Salvini

– Per il ritiro immediato del Decreto immigrazione e sicurezza varato dal governo. NO al disegno di legge Pillon.

– Accoglienza e regolarizzazione per tutti e tutte.

– Solidarietà e libertà per Mimmo Lucano! Giù le mani da Riace e dalle ONG.

– Contro l’esclusione sociale.

– No ai respingimenti, alle espulsioni, agli sgomberi.

– Contro il razzismo dilagante, la minaccia fascista, la violenza sulle donne, l’omofobia e ogni tipo di discriminazione.

Per queste ragioni convochiamo una MANIFESTAZIONE NAZIONALE pacifica, solidale, accogliente e plurale per sabato 10 novembre a Roma.

Menu