articoli

Forum delle Alternative

di Roberto
Morea

Si è tenuto dal 8 al 10 novembre a Bruxelles il terzo al Forum delle Alternative. 

L’appuntamento, promosso dal Partito della Sinistra Europea, ha l’intento di costruire uno spazio di convergenza con deputati e forze politiche che, anche se divergenti su molti aspetti, possano unire l’impegno in comuni rivendicazioni.

Indubbiamente le vicende europee segnano un arretramento sia nel campo dei rapporti di forza nel parlamento europeo, sia nelle condizioni di lavoro e di vita del pianeta stesso.

Il titolo della prima assemblea è appunto il pianeta brucia la democrazia pure! proprio per rendere esplicito ed evidente il nesso che esiste tra una politica economica fortemente liberista che tende ad imporsi anche in forme anti democratiche e la distruzione di diritti dei lavoratori sia dell’ambiente e della sopravvivenza del pianeta stesso.

I rapporti tra le diverse componenti politiche si basa su una relazione tra i diversi parlamentari presenti in parlamento e che, anche attraverso questi spazi, possono definire una strategia che faccia avanzare l’impatto e la definizione di una agenda politica che rimetta al centro il lavoro e l’ambiente.

Anche se al momento sembra ancora una debole relazione, è importante mantenere aperti luoghi e spazi come questo, per favorire la costruzione di un fronte anti destra e anti liberista. Destra estrema e destra moderata che oggi sembrano trovare delle convergenze che li uniscono molto più di quanto i media ci raccontino. Come i ladri di Pisa, litigano davanti alle telecamere e fanno affari insieme nelle aule del parlamento e in commissione. Svelando la difesa degli stessi interessi economici sia a livello continentale che a quello nazionale.

Il cammino del Forum, fin ora imperniato al rapporto tra le forze politiche, sconta a mio avviso, una carenza di coinvolgimento degli attori sociali, necessari e indispensabili, per la costruzione di una alternativa politica capace di mettere in discussione l’esistente rapporto di forze, trasformando le parole in fatti concreti e azioni di massa.

Qui di seguito riportiamo i link alle risoluzioni e ai documenti finali assunti durante il Forum delle Alternative di Bruxelles

I socialisti e il muro dell’anticomunismo
Le raccomandazioni europee sull’industria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.

Menu